venerdì 29 agosto 2014

Commissione Europea - DG Giustizia - Prevenzione e contrasto al razzismo, alla xenofobia e all'omofobia



Commissione Europea – DG Giustizia – Supporto a progetti per prevenire e combattere razzismo, xenofobia, omofobia e alter forme di intolleranza
SOGGETTI AMMISSIBILI
Organizzazioni/enti non profit, pubblici o privati, regolarmente costituite in uno degli stai partecipanti al programma di riferimento del bando (Stati Membri dell’Unione Europea + Islanda e Liechtenstein)
OBIETTIVI DEL BANDO
Il presente bando è finalizzato al cofinanziamento di progetti transnazionali che combattano e prevengano razzismo, xenofobia, omofobia e altre forme di intolleranza.
ATTIVITA’ FINANZIABILI
Il bando individua due priorità:
1 - Buone pratiche per prevenire e combattere il razzismo (BEST): scambio di buone pratiche per prevenire e combattere il razzismo la xenofobia, l’omofobia e altre forme di intolleranza, con particolare, ma non esclusivo riferimento a crimini dell’odio e discorsi di incitamento all’odio.
2 - Realizzare dei monitoraggi e dei report sui crimini dell’odio e sui discorsi di incitamento all’odio realizzati on-line (HATE): sviluppo di meccanismi efficienti di monitoraggio e di realizzazione di report sui crimini dell’odio e sui discorsi di incitamento all’odio realizzati on-line sul razzismo, la xenofobia e l’omofobia e migliorare i meccanismi già esistenti.
ENTITA’ DEL CONTRIBUTO
Lo stanziamento complessivo è così suddivido tra le due priorità:
BEST: 1.500.000 €
HATE: 3.850.000 €
I progetti saranno co-finanziati dalla Commissione Europea per un massimo pari all’80% dei costi ammissibili
MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La domanda dovrà essere presentata esclusivamente tramite la piattaforma on-line PRIAMOS. Maggiori informazioni in merito alla modalità di presentazione dei progetti e il testo integrale del bando sono disponibili sulla pagina dedicata della Commissione Europea
SCADENZA
12 novembre 2014

mercoledì 27 agosto 2014

Commissione Europea - DG Affari Interni - Sostegno finanziario per la riabilitazione delle vittime di tortura



Commissione Europea – DG Affari Interni –Sostegno finanziario per la riabilitazione delle vittime di tortura – HOME/2014/PAVT/AG
SOGGETTI AMMISSIBILI
Possono partecipare al presente bando le seguenti categorie di soggetti non profit:
  • autorità nazionali, regionali o locali
  • organizzazioni non governative
  • soggetti pubblici o privati
  • dipartimenti universitari
  • centri di ricerca
Per la partecipazione al bando è richiesta la costituzione di un partenariato formato da almeno due soggetti provenienti da almeno due diversi stati europei
OBIETTIVI DEL BANDO
Il bando intende mettere nelle condizioni i centri di riabilitazione (nuovi o già esistenti) di poter offrire alle vittime di tortura (cittadini europei o migranti) una riabilitazione completa, aiutandoli a ricostruire la loro vita e la loro dignità e a trovare il loro ruolo nella società.
ATTIVITA’ FINANZIABILI
Sono state individuate le seguenti priorità:
1 – dare accesso alle vittime di tortura ad una riabilitazione di tipo “olistico” che comprenda supporto e assistenza multidisciplinari (terapie fisiche e fisioterapiche, servizi legali, supporto socio-economico)
2 – supportare il capacity building dei centri di riabilitazione europei tramite attività di networking all’interno e all’esterno dell’unione europea (ricerca, formazione, sviluppo di strumenti comuni, scambio di buone pratiche, supervisione tra pari)
3 – supportare attività mirate alla legittimazione delle vittime di tortura e al supporto della loro capacità di integrazione
4 – supportare azioni di sostegno finalizzate ad assicurare che gli Stati Membri dell’Unione Europea adempiano al diritto alla riabilitazione così come definito nella Convezione contro la tortura
ENTITA’ DEL CONTRIBUTO
Lo stanziamento complessivo è pari a 3.000.000 €. Potranno essere richiesti contributi non inferiori a 300.000 € e non superiori a 750.000 . I progetti saranno finanziati al massimo per il 90% dei costi ammissibili.
MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La modulistica e il testo integrale del bando con le indicazioni in merito alla modalità di presentazioni sono disponibili sul sito della Commissione Europea.
SCADENZA
25 settembre 2014

lunedì 25 agosto 2014

Ministero dello Sviluppo Economico - Progetti di R&S negli ambiti tecnologici di Horizon 2020



Ministero dello Sviluppo Economico – Progetti di ricerca e sviluppo in ambito tecnologico
SOGGETTI AMMISSIBILI
Possono presentare una richiesta di finanziamento a valere sul presente bando le seguenti categorie di soggetti con organizzazione stabile in Italia:
  • imprese che esercitano le attività di cui all’art. 2195 del codice civile n. 1) e 3) (produzione di beni o servizi; trasporto per terra, acqua o aria)
  • imprese agro-industriali che svolgono prevalentemente attività industriale
  • imprese artigiane di produzione di beni (legge 8 agosto 1985, n. 443)
  • centri di ricerca con personalità giuridica
  • organismi di ricerca (questi ultimi possono partecipare solo in forma aggregata come sotto specificato)
Si sottolinea che è possibile partecipare al bando anche in forma aggregata nella misura massima di tre soggetti partecipanti
OBIETTIVI DEL BANDO
Il presente bando intende finanziare progetti di ricerca e sviluppo di rilevanza strategica per il sistema produttivo e in particolare per la competitività delle piccole e media imprese attraverso l’erogazione di finanziamenti agevolati
ATTIVITA’ FINANZIABILI
Sono finanziabili attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale per la realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi esistenti tramite lo sviluppo di tecnologie in uno dei seguenti macro-ambiti:
tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC)
  • Nanotecnologie
  • Materiali avanzati
  • Biotecnologie
  • Fabbricazione e trasformazione avanzate
  • Spazio
Le attività potranno inoltre riferirsi a tecnologie per la realizzazione degli obiettivi fissati dalla priorità “Sfide per la società” previsti da Horizon 2020:
  • migliorare salute e benessere della popolazione
  • migliorare sicurezza e qualità dei prodotti alimentari e favorire lo sviluppo di bioindustrie sostenibili
  • realizzare la transizione verso un sistema energetico affidabile, sostenibile e competitivo
  • realizzare un sistema di trsaporti intelligenti, ecologici e integrati
  • consentire la transizione verso l’economia verde tramite l’innovazione eco-compatibile
ENTITA’ DEL CONTRIBUTO
Lo stanziamento complessivo è pari a 300.000.000 €.
I budget di progetto non dovranno essere inferiori a 800.000 € e superiori a 3.000.000 €.
Il tasso agevolato di finanziamento (per una durata massima di 8 anni oltre ad un periodo di preammortamento della durata massima di 3 anni) è pari al 20% del tasso di riferimento vigente alla data di concessione del finanziamento (in ogni caso il tasso non potrà mai essere inferiore a 0,8%)
La percentuale di finanziamento verrà individuata secondo i seguenti criteri:
  • 70% - piccole imprese
  • 60% - medie imprese
  • 50% - grandi imprese
MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Tramite procedura telematica disponibile che sarà disponibile sul sito del Ministero per dello Sviluppo Economico
SCADENZA
I progetti potranno essere presentati a partire dal 30 settembre 2014 fino ad esaurimento delle risorse. RISORSE ESAURITE