martedì 29 ottobre 2013

cheFare 2 - premio per la cultura



E’ attiva la nuova edizione del premio cheFare – premio per la cultura
Come per lo scorso anno l’iniziativa vuole premiare un progetto di innovazione culturale con un forte impatto sociale da realizzarsi nei campi della cultura umanistica. La partecipazione è aperta a soggetti afferenti a numerose forme giuridiche sia non profit che profit. La selezione dei progetti avverrà in tre fasi, delle quali la fase intermedia prevede una votazione on-line(da parte del pubblico) dei progetti precedentemente individuati da una giuria appositamente costituita. Al vincitore sarà corrisposto un premio di 100.000 €. I progetti dovranno essere presentati tramite la piattaforma on line disponibile sul sito dell’iniziativa, entro e non oltre il 9 dicembre 2013.

lunedì 28 ottobre 2013

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali L.125/91 - Programma Obiettivo 2013



 per l’incremento e la qualificazione dell’occupazione femminile mediante l’inserimento e il reinserimento nel mercato del lavoro, sviluppo e consolidamento di imprese femminili.
SOGGETTI AMMISSIBILI
Aziende, centri di formazione professionali, cooperative, associazioni, enti pubblici. Le realtà devono essere costituite da almeno 2 anni e devono essere prive di condanne penali.
OBIETTIVI DEL BANDO
  1. Promuovere azioni per l’inserimento e il reinserimento delle donne nel mondo del lavoro anche mediante la realizzazione di azioni positive finalizzate all’accrescimento delle competenze professionali e alla riqualificazione delle lavoratrici;
  2. Consolidare le imprese femminili a titolarità e /o prevalenza femminile nella compagine societaria.
ATTIVITA’ FINANZIABILI
  1. Occupazione e reinserimento lavorativo
1.      Occupazione di giovani donne under 35. Assunzione e formazione di neo dipendenti avvalendosi dell’esperienza di una lavoratrici/lavoratore senior.
2.      Reinserimento lavorativo di donne over 35 inoccupate, disoccupate, fruitrici di prestazioni a sostegno del reddito.
  1. Consolidamento delle imprese femminili mediante:
1.      Studi di fattibilità per lo sviluppo di nuovi prodotti, servizi e mercati;
2.      Iniziative tra più imprese femminili per la definizione e la promozione di prodotti e/o servizi (anche per l’accesso al credito, la creazione e la promozione di marchi, di sistemi consorziati di distribuzione e promozione nel mercato);
3.      Formazione manageriale e/o specialistica finalizzata al rafforzamento dell’impresa o di alcune aree dell’impresa.
ENTITA’ DEL CONTRIBUTO
Sarà data preferenza a macro iniziative di particolare valenza e complessità, che richiedano un contributo minimo di € 60.000.
MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La domanda deve essere presentata in formato cartaceo e su supporto informatico tramite posta (raccomandata A/R) o con corriere al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali -Segreteria Tecnica del Comitato Nazionale di Parità Via Fornovo n. 8 - 00192 Roma.
SCADENZA
30 novembre 2013.

giovedì 24 ottobre 2013

Commissione Europea - Your First EURES Job



Your first EURES job
Azione preparatoria
SOGGETTI AMMISSIBILI
Enti proponenti devono essere:
- enti pubblici, privati, organizzazioni del terzo settore, - indipendentemente dallo scopo di lucro o meno - stabiliti in uno dei 28 Stati membri;
- la missione principale deve essere la fornitura di servizi generali di lavoro per chi cerca o cambia lavoro, i tirocinanti, gli apprendisti, i datori di lavoro o la fornitura di corsi di formazione per il lavoro
Il progetto deve dimostrare una REALE portata europea e i partner richiesti sono almeno 3, provenienti da differenti Paesi dell’UE
OBIETTIVI DEL BANDO
Your first EURES job' è uno strumento per aiutare i giovani (18-30 anni) a trovare lavoro in altri paesi dell'UE e favorirne la mobilità lavorativa. Comprende tutte le forme di mobilità lavorativa, sia professionale (all'interno del posto di lavoro, da lavoro a lavoro) che geografica (tra regioni o paesi) e si avvale dell’esperienza e della rete Eures.

Per il 2013 gli obiettivi sono:
- fornire ai giovani l'accesso non solo ai posti di lavoro in altri paesi dell'U.E., ma anche facilitare l'incontro e il collocamento degli apprendisti e tirocinanti per aiutare la transizione dalla scuola al lavoro;
- contribuire a coprire i posti vacanti a disposizione con forza lavoro giovanile a livello di UE
- favorire la libera circolazione dei lavoratori
ATTIVITA’ FINANZIABILI
Le attività finanziabili sono: management, viaggi e sussistenza, comunicazione e diffusione, traduzioni, pubblicazioni, amministrazione. Le spese devono avere stretta attinenza con l’azione che il proponente intende portare avanti.
Il progetto può vertere su (una o entrambe le linee):
- tirocini di lavoro ( fornitura di informazioni,  assunzioni, collocamento e servizi di collocamento)
- tirocinio e / o stage di apprendistato ( fornitura di informazioni, assunzione, collocamento, formazione basata sul lavoro e, eventualmente, servizi di mentoring).
ENTITA’ DEL CONTRIBUTO
Finanziamenti a fondo perduto fino ad un massimo del 95% della spesa ammissibile. Il 70% del totale dei costi ammissibili saranno finalizzati a borse di sostegno diretto ai giovani e alle PMI ed al finanziamento di altre misure di sostegno dei beneficiari, ossia la formazione preparatoria e di supporto, il tutoraggio per i tirocinanti e gli apprendisti assunti. Di conseguenza, il budget stanziato per le organizzazioni candidate selezionate per la realizzazione dell'azione non può superare il 30% del totale dei costi ammissibili. Il valore medio è 1.000.000 Euro a progetto
Deve essere garantito un co-finanziamento in cash del 5% del totale dei costi ammissibili.
Verranno finanziati 6-10 progetti
MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Presentazione delle proposte alla  DG Employment, Social Affairs and Inclusion via eProposal. Per maggiori informazioni è disponibile il sito della Commissione Europea
SCADENZA
10 dicembre 2013 sia per l’invio cartaceo che per quello via applicativo

mercoledì 23 ottobre 2013

Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona ONLUS - Terzo bando 2013



Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona ONLUS ha pubblicato il 3° bando 2013 per l’individuazione di progetti d’utilità sociale da finanziare con il concorso di soggetti pubblici e privati.
Il bando  è finalizzato al finanziamento di progetti inerenti le seguenti tematiche:
1)      servizi alla persona
2)      promozione della cultura e dell’arte;
3)      tutela della natura e dell’ambiente;
4)      tutela, promozione e valorizzazione delle cose di interesse artistico e storico;
5)      promozione di attività ludico-sportive per soggetti svantaggiati.
L’importo totale del progetto non potrà essere inferiore a Euro 5.000,00 e superiore a Euro 40.000,00.
Il contributo riconosciuto dalla Fondazione sarà pari al 50% del costo di progetto. L’Organizzazione richiedente dovrà suscitare donazioni di altri soggetti a favore del proprio progetto pari al 20% del contributo concesso.
Le domande dovranno essere presentate alla Fondazione entro e non oltre le ore 12.00 di Venerdì 29 Novembre 2013.