lunedì 30 settembre 2013

Fondazione Vodafone e Banca Prossima - Costruire l'impresa per il sociale - PROROGA SCADENZA




È stata prorogata al 16 ottobre 2013 la scadenza del bando promosso da Fondazione Vodafone in collaborazione con Banca Prossima.
Il bando è finalizzato a facilitare l’accesso al credito delle organizzazioni non profit e a sviluppare progetti innovativi di utilità sociale. I progetti individuati da Fondazione Vodafone saranno presentati a Banca Prossima che valuterà la concessione di prestiti alle ONP selezionate, che grazie al fondo di garanzia di Fondazione Vodafone saranno facilitate nell’accesso al credito. I progetti presentati dovranno essere finalizzati al consolidamento e/o allo sviluppo di attività a favore della comunità civile nei seguenti ambiti:
  1. Sviluppo tecnologico delle ONP (digitalizzazione);
  2. Sostegno all’occupazione nel Terzo Settore con particolare attenzione all’emancipazione e promozione delle donne e dei giovani nel mondo lavorativo;
  3. Sviluppo del Terzo Settore con particolare attenzione al Terzo settore del Sud Italia.
Per ulteriori informazioni vi invitiamo a consultare Scheda del bando pubblicata sul nostro blog e il sito di Fondazione Vodafone.

venerdì 27 settembre 2013

Regione Lombardia e Camere di Commercio Lombarde - Voucher ricerca e innovazione e contributi per i processi di brevettazione



Segnaliamo l’edizione 2013 del bando “Voucher ricerca e innovazione e contributi per i processi di brevettazione” finanziato da Regione Lombardia e le Camere di Commercio Lombarde. Attraverso i voucher si intendono favorire i processi di innovazione e di sviluppo tecnologico all’interno delle imprese lombarde. Il bando è infatti dedicato alle MPMI con sede legale e/o operativa in una provincia lombarda.
L’importo dei voucher varia a seconda della misura per la quale si presenta la domanda, delle caratteristiche delle imprese e della provincia di riferimento.
Le linee di finanziamento sono state individuate come segue:

  • VOUCHER A – sviluppo dell’offerta di conoscenza
  • VOUCHER B – supporto alla partecipazione a programmi della Commissione europea
  • VOUCHER C – capitale umano qualificato in azienda
  • VOUCHER D – e-security, sicurezza informatica
  • VOUCHER E – sostegno ai progetti di brevettazione


Evidenziamo in particolare il voucher B che permette di ottenere un rimborso spese a fronte dell’acquisto di servizi di assistenza tecnica per la presentazione di un progetto europeo in uno dei seguenti programmi comunitari:

  • VII Programma Quadri di Ricerca e Sviluppo (2007-2013) per progetti di ricerca collaborativa (CP), progetti nel quadro dell’art. 185 del TUE
  • CIP (Programma per la Competitività ed Innovazione) - Eco Innovation per progetti pilota di market replication per il recepimento dei migliori prodotti eco-innovativi e rimuovere le barriere alla commerciabilità
  • IPA (Strumento di pre-adesione 2007-2014) – Redazioni di capitolati

E’ possibile richiedere un voucher sia nell’eventualità in cui si ricopra il ruolo di capofila di progetto, sia nel caso in cui si partecipi in qualità di partner.

Per ogni voucher la domanda deve essere presentata sul sito Bandi Imprese Lombarde (attraverso una procedura on-line che richiede l’utilizzo della firma digitale forte) dal quale è reperibile anche il testo integrale del bando.
L’apertura del bando è stata fissata per martedì 1 ottobre 2013 h. 14,30. E’ possibile presentare una richiesta fino ad esaurimento delle risorse e comunque secondo queste tempistiche:

  • VOUCHER A – fino alle ore 12,00 del 27 febbraio 2014
  • VOUCHER B – fino alle ore 12,00 del 29 maggio 2014
  • VOUCHER C – fino alle ore 12,00 del 27 febbraio 2014
  • VOUCHER D – fino alle ore 12,00 del 27 febbraio 2014
  • VOUCHER E – fino alle ore 12,00 del 27 febbraio 2014

lunedì 23 settembre 2013

Regione Lombardia – Finanziamento di interventi di assistenza e di aiuto alle vittime dei reati di stampo mafioso e della criminalità organizzata (l.r. 9/2011, art. 4)



Regione Lombardia – Finanziamento di interventi di assistenza e di aiuto alle vittime dei reati di stampo mafioso e della criminalità organizzata (l.r. 9/2011, art. 4)
SOGGETTI AMMISSIBILI
Soggetti non profit o profit (in questo caso vale la regola del De Minimis) attivi nell’ambito della prevenzione della criminalità organizzata e dei reati di stampo mafioso, dell’assistenza legale e psicologica delle vittime di tali reati. I soggetti ammissibili dovranno operare in Lombardia e avere comprovata esperienza (almeno tre anni) in attività coerenti con la l.r. 9/2011. Le proposte progettuali possono essere presentate in forma singola o in partenariato.
OBIETTIVI DEL BANDO
Sostenere azioni di aiuto alle vittime di reati di stampo mafioso e della criminalità organizzata nell’ottica di una strategia di contrasto all’illegalità.
ATTIVITA’ FINANZIABILI
Le attività finanziabili a valere sul presente bando dovranno realizzarsi in territorio regionale e ricadere in uno dei seguenti ambiti:
  • informazione sugli strumenti di tutela garantiti dall’ordinamento
  • assistenza materiale, in particolare accesso ai servizi sociali e territoriali
  • assistenza psicologica, cura e aiuto delle vittime
  • sensibilizzazione e comunicazione degli interventi effettuati
  • eventi informativi e/o culturali
Si sottolinea che i beneficiari degli interventi dovranno essere residenti in Lombardia nel momento in cui hanno subito il reato o comunque averlo subito in territorio lombardo.
ENTITA’ DEL CONTRIBUTO
Lo stanziamento complessivo è pari a 200.000 €. E’ previsto un contributo minimo di 2.000 € e massimo di 15.000 € che in ogni caso non potrà superare l’80% delle spese complessive di progetto.
MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Le domande dovranno essere presentate su apposita modulistica disponibile sul sito di Regione Lombardia e consegnate, entro i termini previsti, in formato cartaceo o tramite PEC.
SCADENZA
18 novembre 2013

lunedì 16 settembre 2013

Regione Lombardia – Progettare la parità in Lombardia 2013

Regione Lombardia – Progettare la parità in Lombardia 2013
SOGGETTI AMMISSIBILI
Possono presentare la domanda le seguenti tipologie di soggetti:
Si sottolinea che per la partecipazione al bando è obbligatoria la costituzione di un raggruppamento costituito da almeno tre soggetti
OBIETTIVI DEL BANDO
Di seguito gli obiettivi del bando:
  • incentivare lo sviluppo di partenariati locali e di soggetti pubblici e privati sul territorio
  • rendere visibile e valorizzare le attività delle associazioni femminili e degli enti locali aderenti alle Reti di parità coordinate da R. Lombardia
  • incrementare le iniziative relative alla promozione delle pari opportunità sul territorio sostenendo la loro capacità di progettazione locale
ATTIVITA’ FINANZIABILI
  • Attivazione e sviluppo di servizio dedicati alle donne (centri donna, centri antiviolenza, sportelli informativi, ecc…)
  • Iniziative di divulgazione (convegni, seminari tematici, percorsi formativi e informativi, ecc…)
ENTITA’ DEL CONTRIBUTO
Lo stanziamento complessivo è pari a 250.000 €. Il contributo assegnato non potrà essere superiore al 50% dei costi complessivi del progetto e in ogni caso non potrà superare 10.000 €
MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Le domande dovranno essere predisposte sull’apposita modulistica disponibile sul sito di Regione Lombardia e inviate tramite PEC o consegnate in cartaceo agli uffici regionali o presso le sedi territoriali regionali.
SCADENZA
11 ottobre 2013