mercoledì 29 maggio 2013

CIP - Eco-innovation



Commissione Europea – CIP (Programma quadro per la competitività e l’innovazione) - Eco-innovation – Progetti di prima applicazione e replicazione commerciale
SOGGETTI AMMISSIBILI
Sono considerati soggetti ammissibili per il presente bando ogni persona giuridica pubblica o privata.
OBIETTIVI DEL BANDO
Obiettivo del presente bando è supportare la prima applicazione o la replicazione commerciale di tecniche, prodotti, processi e/o pratiche ecologicamente innovative già dimostrati dal punto di vista tecnico ma che, a causa dei rischi che implicano, necessitano di incentivi che ne favoriscano la penetrazione commerciale nel mercato di riferimento. Il presente bando supporta inoltre attività commerciali relative all’adozione di tecnologie ambientali e di attività eco-innovative da parte delle imprese e lo sviluppo di approcci nuovi e/o integrati all’eco-innovazione. Gli obiettivi specifici sono di seguito elencati:
  • promuovere l’adozione di approcci nuovi e integrati all’eco-innovazione in settori quali processi, prodotti e servizi più eco-sostenibili
  • incoraggiare l’adozione di soluzioni ambientali incrementando il mercato e rimuovendo le barriere alla penetrazione del mercato
  • incoraggiare l’efficienza ambientale delle PMI
ATTIVITA’ FINANZIABILI
In relazione agli obiettivi sopra specificati sono state individuate alcune aree prioritarie all’interno delle quali realizzare le attività progettuali:
  • Riciclo di materiali
  • Prodotti edili sostenibili
  • Settore alimentare (e delle bevande)
  • Acqua
  • Imprese verdi
ENTITA’ DEL CONTRIBUTO
Lo stanziamento complessivo ammonta a 31.585.000 €. La commissione co-finanzierà i progetti nella misura massima del 50% dei costi ritenuti ammissibili.
MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
I progetti dovranno essere presentati on-line secondo la procedura e la modulistica disponibile sul sito di Eco-Innovation.
SCADENZA
5 settembre 2013

martedì 28 maggio 2013

Video per la presentazione di organizzazioni non profit

La comunicazione digitale al giorno d'oggi è uno strumento imprescindibile per farsi conoscere e promuovere la propria attività. Dalle grandi aziende alle piccole e medie imprese, dalle cooperative sociali alle associazioni, tutti hanno inoltre compreso l'importanza di comunicare sul web. Assistiamo infatti al costante aumento dei profili aziendali sui social network e dell'utilizzo di strumenti di condivisione delle informazioni on-line.

Per fare sentire la propria presenza sul web bisogna distaccarsi dalle logiche della comunicazione tradizionale e sperimentare nuovi strumenti che riescano a veicolare i contenuti in una modalità chiara e facilmente accessibile. Purtroppo però le realtà del terzo settore hanno difficoltà nello sviluppare questo aspetto della comunicazione che, per mancanza di tempo e di risorse, viene spesso abbandonato a sè stesso per favorire la gestione delle urgenze quotidiane.

Dall'osservazione di questa realtà e dalla sinergia con Dreamers soc. coop. è nata l'idea di fornire ai clienti di Polyedros la possibilità di realizzare un video promozionale personalizzato, attraverso il quale comunicare la propria mission e raccontare la propria quotidianità, mettendo in evidenza difficoltà, esigenze ma anche peculiarità e punti di forza.
Il video da il vantaggio di avere a disposizione una sorta di brochure multimediale da utilizzare sia come primo approccio con le istituzioni (ad esempio per la presentazione di progetti per ottenere finanziamenti) sia in attività di raccolta fondi, sul sito ufficiale dell'ente e sui social network. E' uno strumento per comunicare sè stessi che si adatta a qualsiasi situazione ed ha il vantaggio di essere efficace, economico e piacevole da fruire e da condividere.
 
Il video sopra pubblicato, insieme a quelli disponibili qui e qui, sono esempi del prodotto finale che potrete ottenere.

I video vengono realizzati in alta definizione e garantiscono elevati standard qualitativi. Per le riprese sono sufficienti una location (interno e/o esterno della sede o di altri ambienti operativi) e tre o più soggetti ai quali fare una breve intervista (responsabili, operatori, utenti, ecc...). La realizzazione dei video prevede un costo una tantum standard e il rimborso di eventuali spese di trasferta.

Non esitate a lasciare un commento a questo post o a contattarci per richiedere, senza impegno, maggiori informazioni!

martedì 21 maggio 2013

Presidenza del Consiglio - Dip. affari regionali, turismo e sport - Fondo per lo sviluppo e la diffusione della pratica sportiva


Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip. affari regionali, turismo e sport  - D.L. 22 giugno 2012 n.83 – Fondo per lo sviluppo  e la diffusione della pratica sportiva
SOGGETTI AMMISSIBILI
Possono presentare il progetto i seguenti soggetti:
a) Enti pubblici territoriali e altre amministrazioni pubbliche
b) Federazioni sportive nazionali riconosciute dal C.O.N.I
c) Associazioni e società sportive dilettantistiche iscritte nel registro del C.O.N.I.
d) Discipline sportive associate, riconosciute dal C.O.N.I
e) Enti di promozione sportiva riconosciuti dal C.O.N.I
f) Associazioni e Fondazioni, anche a carattere religioso, che svolgano attività di promozione sportiva NON a fini di lucro.
OBIETTIVI DEL BANDO
Il bando intende contribuire allo sviluppo e alla diffusione capillare della pratica sportiva
ATTIVITA’ FINANZIABILI
Il Fondo messo a disposizione è destinato a finanziare:
  • la realizzazione di nuovi impianti sportivi
  • la ristrutturazione, l’adeguamento funzionale e la messa a norma di impianti già esistenti
ENTITA’ DEL CONTRIBUTO
Lo stanziamento complessivo messo a disposizione è di 18.000.000 €. Ciascun progetto riceverà un finanziamento così ripartito:

  • per importi fino a 100.000€: copertura del 100% dei costi complessivi
  •  per importi compresi tra 100.000€ e 600.000€: fino a 100.000 € di finanziamento+ il 76% della quota eccedente 100.000€
  • per importi compresi tra 600.000€ e 1.000.000€: fino a 480.000€ di finanziamento + il 30% della quota eccedente euro 600.000€
  • per importi compresi tra 1.000.000€ e 1.500.000€: fino a 600.000€ + il 20% della quota eccedente 1.000.000€
  • per importi superiori a 1.500.000€: fino a 700.000€ + il 10% della quota eccedente 1.500.000€
MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
I progetti dovranno essere presentati utilizzando il modulo di candidatura reperibile sul sito istituzionale del Ministero per gli affari regionali, il turismo e lo sport.
SCADENZA
11 giugno 2013

venerdì 17 maggio 2013

Regione Lombardia - V edizione Premio FamigliaLavoro


Regione Lombardia - V edizione Premio FamigliaLavoro

Sono aperte le candidature per la V Edizione del Premio FamigliaLavoro – The International WorkLife Balance award promosso da Regione Lombardia in collaborazione con Altis - Alta Scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con il sostegno del Dip. Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Tale Premio è finalizzato a premiare e valorizzare le organizzazioni (imprese, pubbliche amministrazioni e Organizzazioni non profit, Organizzazioni non Governative, Fondazioni e Associazioni del Terzo Settore) provenienti da ogni parte del mondo che attuano prassi di conciliazione famiglia-lavoro a favore dei propri dipendenti, delle loro famiglie e delle comunità locali in cui operano.

Nello specifico sono favorite:
  • tutte le politiche e iniziative volte a favorire l’equilibrio tra gli impegni professionali e familiari oltre che a migliorare il clima aziendale e la vita delle persone.
  • politiche di gestione del personale e di organizzazione del lavoro, di interventi sulla cultura aziendale.
  • iniziative e servizi di welfare, di progetti in accordo con le politiche di welfare territoriale, di azioni a favore della famiglia, della donna e del loro benessere che le organizzazioni partecipanti al Premio intendono proporre come buona pratica di conciliazione.

 A tutti i partecipanti verrà donata ampia visibilità su stampa e media.

Verrà assegnato un Premio a una realtà per ciascun continente, oltre a un Premio riservato al miglior progetto presentato da un partecipante con sede all’interno della Regione Lombardia

Per partecipare bisogna scaricare la scheda di candidatura dal sito di Regione Lombardia e presentarla entro il 14 giugno 2013

martedì 14 maggio 2013

Regione Lombardia - Interventi a favore delle fasce deboli


Regione Lombardia – Interventi sociali per promuovere l’integrazione e prevenire l’esclusione sociale delle fasce deboli in Lombardia
SOGGETTI AMMISSIBILI
Soggetti pubblici e/o privati appartenenti al mondo NON PROFIT iscritti agli appositi registri regionali.
OBIETTIVI DEL BANDO
Promuovere l’integrazione sociale e prevenire l’esclusione delle fasce deboli in Lombardia attraverso i seguenti interventi:
  • realizzazione/prosecuzione di attività e/o interventi in diverse aree di disagio con particolare attenzione alle famiglie in difficoltà, alle persone non autosufficienti e ai disabili;
  • realizzazione/prosecuzione di iniziative sperimentali e innovative in attuazione di leggi di settore nazionali ad attuazione regionale.
ENTITA’ DEL CONTRIBUTO
Previsto un contributo non superiore all’80% dei costi complessivi sostenuti e fino a un massimo di 150.000 €.
L’ente beneficiario dovrà partecipare con una quota di cofinanziamento non inferiore al 20% del costo del progetto.
MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Le domande dovranno essere presentate all’A.S.L. di competenza territoriale e/ o presso la D.G. Famiglia Conciliazione Integrazione e Solidarietà Sociale della Regione Lombardia nel caso in cui i progetti abbiano sede su più territori A.S.L.
SCADENZA
Ad esaurimento fondi. RISORSE ESAURITE